Trento Running Festival: 5 Mesi Al Via!

Il 6-7 Ottobre 2018 Trento sarà la capitale del running Attento al 31 Maggio che scade la tariffa agevolata!

0
387
ISCRIZIONI TRENTO HALF MARATHON, FINO AL 31 MAGGIO QUOTA AGEVOLATA! – Poco meno di un mese per approfittare della tariffa agevolata alla Trento Half Marathon: fino al 31 maggio 2018 infatti il costo di iscrizione sarà di soli 20,00 €. Dal 1º giugno al 31 luglio 2018, la tassa di iscrizione aumenterà a 25,00 €, per poi passare a 30,00 € dal 1º agosto al 26 settembre 2018 e a 35,00 € dal 27 settembre al 4 ottobre 2018. ISCRIVITI QUI
CONVENZIONI PER LE SOCIETÀ – I periodi che prevedono quote agevolate si allungano per le società che iscriveranno alla 21km più di 10 podisti: 20,00 € fino al 31 luglio 2018; 25,00 € dal 1º agosto al 26 settembre 2018; 35,00 € dal 27 settembre al 4 ottobre 2018. ISCRIVITI QUI
È prevista, infine, una ulteriore agevolazione per gli atleti tesserati FIDAL che appartengono alle categorie master; questi ultimi potranno infatti partecipare al Campionato Italiano Master Individuale e di Società al prezzo fisso di 12,00 €; in questo caso non verrà consegnato loro il pacco gara e il buon per il pasta party, mentre saranno assicurati dal comitato organizzatore tutti gli altri servizi.
Clicca QUI per iscriverti
Per ogni info vai su www.trentorunningfestival.it
PRENOTA IL TUO WEEKEND AL TRENTO RUNNING FESTIVAL! – Non perdere nemmeno un metro delle tante gare che si svolgeranno durante il Trento Running Festival e vivi un fine settimana nello splendido scenario di una città ricca di storia e cultura. PRENOTA QUI IL TUO HOTEL
TRENTO HALF MARATHON, CAMPIONATO ITALIANO MASTER -L′ottava edizione della Trento Half Marathon è imperdibile anche perché sarà Campionato Italiano Master Individuale e di Società!
Il percorso è spettacolare: si sviluppa su un giro unico interamente disegnato nella zona urbana della città, con passaggi nei punti più belli della città, e lungo il fondovalle del fiume Adige; si tratta di un percorso piuttosto filante, ideale per quei podisti che vogliono tentare il loro “personal best”.
DA NON PERDERE A TRENTO: LA CATTEDRALE DI SAN VIGILIO – L′arrivo della Trento Half Marathon sarà in Piazza Duomo, proprio di fronte alla Cattedrale di San Vigilio, meglio conosciuta come Duomo di Trento. L′edificio ha origini antiche, essendo stato costruito il primo nucleo sul luogo di sepoltura del santo martirizzato nel 400. Fu poi Adamo d′Arogno, nel 1212, su incarico del vescovo Federico Vanga, a riprogettare la chiesa conferendole l′aspetto attuale, anche se nei secoli furono diverse le modifiche rispetto al progetto originale. La fiancata settentrionale, che si affaccia sulla piazza principale, è caratterizzata da grande ricchezza artistica; spicca la Porta del Vescovo, così chiamata perché durante il Concilio Tridentino veniva utilizzata dai cortei vescovili provenienti dal Castello del Buonconsiglio. È inoltre visibile la cosiddetta Ruota della Fortuna, un rosone che ricorda, in forma allegorica, quanto possa cambiare la sorte delle persone da un momento all′altro.
SI COMINCIA CON IL GIRO AL SAS – Il Trento Running Festival inizierà con il botto: saranno infatti i campioni invitati a partecipare al 72º Giro al Sas a inaugurare, sabato 6 ottobre alle 18.30, la due giorni, dandosi grande battaglia sul classico circuito, da ripetere più volte, che si sviluppa nel centro città e che per gli abitanti di Trento è la tradizionale passeggiata del sabato pomeriggio.
La storia del Giro al Sas affonda le sue radici addirittura ai primi del ′900: già nel 1907, quando Trento era ancora parte integrante dell′Impero austro-ungarico, fu organizzata da un comitato di sportivi una inedita “corsa a piedi”, denominata “Giro di Trento”, sulla distanza di circa 6 chilometri; il comitato era stato incaricato di rinvigorire con una grossa novità i rituali festeggiamenti per la ricorrenza di San Vigilio. Per la cronaca, quella prima edizione venne caratterizzata subito da un colpo di scena: a vincere fu Isidoro Trenner, portacolori dell′Unione Ginnastica Trentina, dopo la giusta squalifica del campione veneto Domenico Gottin, reo di aver accorciato il percorso di gara. LEGGI TUTTO
GIANNI DEMADONNAIL GIRO AL SAS, NESSUNO COME LUI – Gianni Demadonna, già atleta di alto livello (vinse il Giro al Sas nel 1980, ′83 e ′85) e affermato manager di alcuni dei campioni che hanno fatto la storia del podismo, insieme al fratello Ferruccio, presidente dell′Asd Città di Trento, è la persona più indicata per raccontare l′impegno di organizzare un evento come il Gir al Sas.
Cosa significa per una città come Trento ospitare un evento di livello internazionale come il Gir al Sas?
“È una grande tradizione, ormai siamo giunti alla 72ª edizione e da 21 anni l′Asd Città di Trento è direttamente coinvolta nell′organizzazione di un evento che, insieme alla BoClassic, è l′evento podistico di più alto livello in Italia. L′albo d′oro del Giro al Sas vanta delle vere e proprie leggende di questo sport come Tergat, Bekele, Baldini, Soi, e, non ultimo Muktar. Per Trento insomma è un appuntamento che fa parte della storia della città”. LEGGI TUTTA L′INTERVISTA